Archivi per il mese di: giugno, 2012

Penso che si dica in giro,alle mie spalle,che ho il cuore molle,per niente mi adopero,per conoscenti e sconosciuti. Un po’ deve essere vero,me ne rendo conto,ma cosa ci posso fare? Evidentemente il mio animo è fatto così. Ci ho pensato molto oggi,dopo l’ultima telefonata di aiuto,da una persona che non mi ha risparmiato critiche in passato,ma ora ,ha perso la sua unica figlia: non posso concepire dolore più grande. Se ha agito male,ora la vita le ha presentato un conto molto alto. Così,domani,mi sbatterò per lei,che non ha più nessuno,cancello il passato e le offro aiuto. Deve esserle costato telefonarmi. Pareggiamo? No,io ,dalla vita ho avuto tanto,lei ha perso tutto.

Annunci

Se è giù di morale,è con me che si sfoga. Era al punto di rottura,come sempre,e allora pizza. Sta seguendo una dieta,marito appena dimesso dall’ospedale,che non segue indicazioni terapeutiche,solitudine e caldo:un mix esplosivo. La pizza l’ha proposta lei,ci sediamo:”io mangio altro,però. La pizza è vietata dalla mia dieta.Devo mangiare pesce,che non mi piace” . Opta per un risotto ai frutti di mare,e poi,visto che siamo lì,ananas,limoncello,caffè decaffeinato.Sto zitta,quale dieta comprende questi alimenti e tutti insieme? Torniamo a casa sua,tira fuori i fogli del dietologo,urlando che le ha proibito tutto. Non è vero,dieta normalissima,non vuole adattarsi e non ha la testa per farlo. Ecco il consiglio:” Senti,prendi questo schema come base. Se è scritto pollo al vapore e fagiolini,non ti piace, sostituisci con petto di pollo grigliato e insalata verde. Così,se non devi mangiare pane per via dello lievito,sostituisci con pane carasau,la frutta che ti piace,ma in modica quantità.”. Alla fine,abbiamo riscritto la dieta a suo piacere,era felice. Siamo andate a comprare pane carasau e ananas senza zucchero,poi si è presa i gelatini,per sostituire la frutta,qualche volta. Non perderà un grammo.

Il mese di giugno è pienissimo di compleanni,pare che tutti i miei conoscenti siano nati in questi giorni. A tutti faccio gli auguri,ad alcuni un regalo. Non è semplice trovare la cosa giusta da regalare,i soldi scarseggiano e a volte anche le idee. Non mi piace prendere cose banali,voglio l’idea giusta per ogni persona,ma ormai anche le mie idee più originali le ho usate. Così,per L., non mi veniva niente. Pensa e pensa,mi ero quasi rassegnata. Mi telefona M.: ” sto facendo su roba per un mercatino,vuoi vedere se trovi qualcosa?” . Fa cose splendide,dipinge,decoupage,restaura mobili,ha una vena artistica particolare. La sua casa è da cartolina,non esiste muro o superficie libera,tanto ha appeso o appoggiato. Vedo alcune cose,bellissime ma non per L., poi,eccola lì. Una sedia verde acqua,semplice,con trapuntati sul sedile quattro gattini che giocano,mi innamoro. È il dono giusto,lei adora gli animali,cani e gatti in primis. Dalla faccia che ha fatto,quando gliel’ho portata,ho capito di aver colpito nel segno.

Invitata a festeggiare il ventennale di attività di una palestra,proiettando un film amatoriale dei loro saggi. Da una parte è stato bello,bravi gli atleti-ballerini,bella musica,riprese accettabili,ma….i continui gridolini estatici di nonne e mamme ad ogni salto o spaccata,bhè,venivano a noia. È proprio così,se ci sono figli o nipoti che si esibiscono,sono tutti genitori d’Itala. Non è che se tuo figlio frequenta una palestra,che tu paghi,e gli fanno fare il saggio di fine anno,in virtù della quota che hai sempre versato,diventa Fred Astaire! Ma l’orgoglio genitoriale è vincente su ogni pudore: gente in giacca e cravatta che tifava come allo stadio. Definirei questo pomeriggio veramente indecoroso.

Ha 91 anni,é sempre stata bizzarra,un caratterino da prendere con le molle. Le piace la roba bella,bellissima,è sempre a posto con i capelli tinti e permanentati,smalto a mani e piedi. Non essendo più in grado di vivere da sola,ha una badante,che fa impazzire,come manda fuori di testa sua figlia tante sono le esigenze e le richieste che fa. Adesso vuole 2 vestiti nuovi,perchè quelli dell’anno scorso li ha già messi troppo. Eravamo andati a comprarli vicino a Pavia,io come autista e consulente,una specie di personal shopper. Ma vuole cambiare negozio,ha voglia di moda e novità. La figlia ha stabilito budget bassissimo,nemmeno da Zara,io mi rifiuto di collaborare. Ho suggerito due magazzini dai modici prezzi,andrà lei in avanscoperta ,per vedere se la può accontentare. So già che non sarà così,lei vuole roba di prima qualità,dovremo andare in boutique,costi quel che costi. Lunga vita ad Elvis.

Mi dice:”trova il modo di spendere tutti i soldi che ci sono”….lei è un’economa fuori dal normale,io non spreco per natura. Non credevo,è ua faccenda molto difficile,dobbiamo arrivare a saldo zero,ma con giudizio.”chiamiamo un giardiniere,gli facciamo pulire tutto e piantumare arbusti perenni.” ” no,no,ce lo contesta subito,ingiustificabile”. Che casino,cosa mi invento? Notte di pensieri e di tormenti:tutti gli italiani pensano a come arrivare alla fine del mese e io devo pensare a come spendere. Ma le mie risorse mentali sono molto ampie,ho trovato: nuove piante per l’arredamento interno,che resistano al caldo torrido estivo e una scala 3o 5 gradini per innaffiare quelle più in alto. Così,forse,andremo in credito sul mese di luglio e risolviamo. Evviva!

Quando è ora di sdebitarsi,con certe persone,è difficile. Troppo? Troppo poco? Non sai mai come fare. Sarebbe meglio che,chi ti aiuta o ti favorisce,poi ti chiedesse compenso: la vita sarebbe più facile. Peggio se sei debitore con un amico: se vuoi ricompensarlo,magari lo offendi con cose o oggetti che non apprezza. Ma nel web trovi ogni risposta e facilitazione. Per esempio,dovendomi sdebitare con un amico che mi aveva consigliato professionalmente,non voleva parcella,ho trovato dei cofanetti che,prepagati,ti offrono varie soluzioni: percorsi benessere,cene.aperitivi,sport estremi,corse in auto sportive,ecc. Tu paghi il cofanetto,chi lo riceve ha un codice,lo attiva,sceglie in tutta Italia dove usufruirne nei punti convenzionati,si gode il regalo. Mi è sembrata una buona cosa,chi lo ha ricevuto è rimasto contento. Se trovate di meglio,fatemi sapere.

Ci sono porte che ho chiuso con doppio lucchetto,anzi murate. Sono porte d’affetto,d’amore, di amicizia,di conoscenza. Stranamente,se chiudo,chiudo,non ci ripenso. Capitano cose strane,imprevedibili e….ho la tentazione di dare uno sguardo oltre quelle porte. Non posso,non devo,non voglio,mi devo proteggere e proteggere chi ho eliminato. Lo so, non sarei capace di riprendere da dove ho lasciato,di lasciar perdere,di dimenticare. È il mio più grande limite,è anche la mia forza: giusto o sbagliato che sia,sono solo io che pago il prezzo più alto.

È il suo compleanno. Regali a zero,preferisce cibo cucinato da me( mi ritiene una brava cuoca). Piselli,fesa dii tacchino impanata,spezzatino con patate, mangia per tre giorni almeno. Ma al compleanno ci vuole la torta. Mi fa sapere che adora quelle pannose,multistrato,con le fragole fresche. Non mi sono mai cimentata sul multistrato,mi arrangio come posso. Il risultato estetico è decente,il gusto non lo so. Due strati di crema pasticcera e uno di chantilly,fragole fresche su tutto. Oggi saprò il responso. Forse facevo meglio preparare la mia collaudata crostata.

In molti momenti della vita abbiamo bisogno d’amore. E parlo di amore incondizionato,dato non per ricevere,gratis,quello che ti cambia. Un sussulto al cuore che ti fa vivere,ti rianima se ne hai bisogno,rivitalizza il tuo spirito e così vai avanti. È raro riceverlo,ancor più raro avere l’occasione per donarlo. Chi non ti farà mai mancare il suo amore è l’animale domestico che condivide la tua vita:non gli importa se sei brutta o bella,alta o bassa,grassa o magra,lui ti ama e stop. Da lui ricevi conforto nella tristezza,nella difficoltà,nella malattia fisica o psicologica. È per questo che ho laureato i miei dott.Gennaro,dott.ssa Minnie,dott. Replay, dott.ssa Amelia e specializzandi Litio, Vipera,Pantuflin.