Archivi per il mese di: giugno, 2013

Cosí. Oggi mi sembra che la mia vita abbia poco….poco di tutto. Poco tempo,poca voglia,poco relax,pochi contatti,poco affetto. Il contraltare é: troppo stress,troppi impegni,troppi smadonnamenti,troppo da fare. Dovró cercare un equilibrio,non ci riusciró. O non voglio proprio trovarlo?

Mi ritrovo in bocca pezzi di una vecchia otturazione… Mi era giá successo,alcuni mesi fa : denti aggiustati 30 anni fa dal mitico Luciano di Cantú. Ero andata dal solito dentista: visita,otturazione,bla,bla.bla,conto salatissimo. Ora sono un po’ tirata,mi spiaceva spendere. Mi presento in ospedale,reparto odontostomatologia. Racconto la storia,esagero un male che in realtá non ho. Un medico,gentilisimo,mi visita,trapana,ottura,e mi prenota pure la pulizia dei denti per settembre( ” Sa,ci sono le ferie di mezzo.”). Col solo costo del tiket. Che bella giornata.

Da quando Rocco é con me,sono cambiate tante cose. Lui vuole attenzione,coccole,giocare,mordere. La mia giornata inizia a ore 6 e per un’ora mi dedico solo a lui: bisognini,corsette,giochi in giardino. Poi fa la pappa e dorme 20 minuti,in cui io riesco almeno a rifare i letti. Poi mi confino in cucina,mentre lui entra ed esce nel giardino. Prima di pranzo,altri giochi,corsette e riposino fino alle 15 . Naturalmente,se fa caldo,non sta fuori molto,in casa é piú fresco. Passeggiatina fino in centro ,per socializzare con altre persone,rientro e giardino. Cena. Poi ancora passeggiata. Il rituale si conclude alle 23,30 con messa a nanna del cucciolotto. Conseguenze: frigo vuoto,non riesco a fare la spesa; cumulo inverosimile di roba da stirare,casa approssimativamente pulita,vita sociale fantastica per via della socializzazione. Vita famigliare e coniugale in frantumi: dedico ogni risorsa a lui. Mi dicono che dopo i 7 mesi il cane cambia,diventa adulto,non ha piú cosí bisogno….spero! Soprattutto di non aver piú le gambe perennemente leccate,mi dá un po’ fastidio.

20130620-191046.jpg

Ritornati,dopo 10 mesi. Tutto uguale,tutto diverso. L’hotel ha cambiato gestione,per caritá,gentilissimi,ma preferivo prima. Al ristorante,cameriere alticcio. Cibo buono ma nota stonata. Per il resto tutto ok. Posti nuovi,la Provenza offre sempre molte sorprese,colori,atmosfere incantate. Ottimi compagni di viaggio,un marito da medaglia d’oro per la pazienza,un relax che ci voleva proprio. Ora,ricaricati,ripartiamo,con mille nuovi impegni,sognando,magari,la Foresta Nera fra 5 settimane….oppure Parigi,che val bene una messa….o chissá…….

Si parte. Ne abbiamo tutti abbastanza! F.1 é stufa del tempo,della badante,di sua madre,di Berlusconi e chi piú ne ha piú ne metta. F.2 aspetta gli esiti della biopsia,dell’ecografia,tac,pet,ecc…non sta male ma il pensiero la uccide. Maritino si é ripreso abbastanza dai suoi mali ma tutti ricominciano a tirarlo per la giacchetta e non ce la fa piú. Io sono l’unica con le palle quadre: ho imparato da lungo tempo l’arte della sopravvivenza,ho un mio giardino mentale dove rifugiarmi nelle avversitá e rasserenarmi:sono molto zen. Decido che é meglio staccare,per tutti. Raduno la mia armata Brancaleone,si fidano di me,del mio dire basta,della mia organizzazione per i viaggi. Devono solo fare la valigia,prendere la carta di credito e bon. Andremo in posti non ancora visti,ricchi di monasteri,di campi di lavanda,di sole,mare, relax. Saranno solo pochi giorni,ma scommetto che varranno un anno,torneremo rigenerati e nuovamente pronti alle batoste della vita.

Ricoverano la moglie del mio ballerino: non sente piú la gamba. Io corro a fargli compagnia: é distrutto,disorientato,avvilito..ben presto nel cortile arrivano altre persone che hanno saputo. Siamo tutti lí per lui,per non lasciarlo solo. É la bella solidarietá da paese. Quando arriva la figlia,con buone notizie,ce ne andiamo. Uscendo,una nuvolaccia di fumo arriva da casa di N. : vive sola,ha quasi 90 anni….corro,mi accerto che l’origine del fumo non é casa sua. Chiamo rinforzi,a caccia dell’incendio. Dopo aver visitato vari cortili,troviamo F. che dorme sulla sdraio in cortile e le sterpi a cui aveva dato fuoco,ancora ardevano,con pericolo di propagazione. Scongiurato il peggio,torno a casa,lavo i piatti e poi vado in salotto per guardare tv con consorte. SBAGLIATO! Mio marito ha un delizioso colorito verdastro,il respiro affannoso,sente un macigno sul petto. Lo carico in auto,arrivo al Pronto Soccorso in modalitá Alonso. Fanno ecg,esami,mettono febo,e lui peggiora. Non riesce nemmeno a stare seduto,si corica su una barella,non va,lo mettono a letto. Vengo rispedita a casa,lí non mi fanno stare. E sono le 2 del mattino.
Certo che come serata non c’é male,considerato che giá al pomeriggio ne avevo fatte di ogni…
Per la cronaca: mio marito é stato male fino alle 4 ,poi gli hanno fatto la morfina e il dolore é sparito. Ancora oggi non sappiamo cosa abbia avuto,escludendo il cuore,che per fortuna é sano. Sono andata a riprendermelo al mattino e..: ” Signora,non gli faccia piú le polpette che non le digerisce” . Grazie per il mio sbattermi.

ttino

Avevo detto: cane femmina,taglia piccola,da poter tenere in braccio come un gatto….Ecco Rocco : maschio,incrocio border collie e cocker,diventerá gigantesco. I cani non si scelgono,si amano e bonh.

20130601-180936.jpg