Archivi per il mese di: maggio, 2013

La casa vicino alla mia é stata ereditata da gente di Milano,simpatici cosí-cosí. Per un po’ l’hanno curata,poi se ne sono disinteressati,volevano vendere o affittare,con i prezzi di Milano: non se ne é fatto nulla. La famiglia si é allargata,la crisi,fatto sta che avere una casa di campagna a 1 ora dalla cittá,con giardino e parenti che ti tagliano prato e siepi,é una benedizione. Appena inizia la primavera,vengono a passarci la domenica,tutti quanti. Pranzano fuori,prendono il sole sul lettino,si bagnano nella piscinetta di plastica,insomma la classica gita fuoriporta. Non danno fastidio,figuriamoci ,ma…portano sfiga. Ogni volta che arrivano,la sera,temporale o vento o freddo. Non sbagliano una volta! Questa osservazione é stata documentata negli anni,con annotazioni sul calendario: oggi ci sono i G. maltempo. Fortunatamente,hanno una casa anche al mare ,cosí per luglio e agosto siamo salvi.

Annunci

Ormai é da agosto che non ho piú cani per casa….ho voglia di una palla pelosa che mi doni affetto. Vado al canile,visiono una cagnolina rossa,bella: io giâ innamorata ma marito e figlia mi bloccano. Troppo testona,adulta,tende a scappare,non va bene. Mi giunge notizia di cuccioli da sistemare. Felice,compro giá alimento per svezzamento,sabato e domenica non é facile reperirlo e poi dovranno pur mangiare qualche cosa…niente,li hanno giâ sistemati. Non é destino che io abbia ancora un cane.

Gradevole filmetto,non capisco perché cosí premiato. Ricorda abbastanza il pranzo di Babette,capolavoro inavvicinabile. Troppo scollegato fra le due parti che si intersecano. Ottimi spunti culinari,per me non replicabili. Attrice protagonista simpatica e luminosamente bella. Il Presidente sembra un vecchio satiro con la dentiera che gli balla in bocca,forse colpa del doppiaggio? Passi una seratina tranquilla,se vai a vederlo e uscendo…..non ti resta che fiondarti a Burgher King!

In gita con la mia associazione,chiedo a G. se mi fa un. Kg. di krumiri casalinghi. Lei é bravissima in cucina,spesso ci scambiamo ricette. In pullman offro questi buonissimi biscotti,un successone. Arriviamo cosí ad eleggermi esperta culinaria: tutti a chiedermi consigli,dosi,segreti. Arrivata a casa spedisco,via email ricette di torte,biscotti senza zucchero e la segretissima ricetta dei krumiri. Dovete sapere che le dosi e gli ingredienti sono gelosamente custoditi da noti pasticceri di Casale Monferrato,ma una volta,in ogni casa di campagna,erano i biscotti della festa. Tutte le massie li facevano,con numerose varianti. G. ha recuperato una ricetta uguale a quella della pasticceria,ma il segreto non é l’impasto. La superficie del krumiro deve essere rugosa e porosa,per questo si passa il composto….nel tritacarne. Ho deciso che daró la ricetta a chiunque me la richieda,perché le cose buone sono patrimonio di tutti.

20130517-230816.jpgecco la trafila a stella da utilizzare.

Ho i piedi dolci:sensibili,delicati,calli sul plantare. Trovare le scarpe giuste é sempre stato un dramma. Dopo molte ricerche,trovo la marca perfetta: morbide come guanti,leggere,calzature da sogno. Il prezzo,doverosamente,é alto. Acquisto un paio di scarpe per stagione,di piú é sprecare,e le strauso,fino a consumarle. Per caso,navigando,trovo le mie scarpe preferite in vendita sul web. Siti italiani,americani,irlandesi,australiani,ma il prezzo é sempre salato. Poi,la Grecia: lí quasi te le tirano dietro,complice la crisi. Provo: 2 paia costano come 1. Faccio l’ordine mercoledí sorso,oggi sono arrivate. Bellissime,perfette,giá indossato il primo paio per tutto il pomeriggio. Dio benedica internet.

É sempre stata questa la data della festa della mamma cosí come Natale il 25 dicembre, festa del papá 19 marzo. Poi,per esigenze commerciali,la festa della mamma é passata alla domenica piú vicina alla data. Peccato,cosí si dimentica un po’,la si sminuisce: se non è un giorno,é quell’altro…..ma io no. Io penso alla mia mamma oggi,come tutti i giorni, rincrescendomi di non averla piú accanto,ma anche contenta che non abbia dovuto subire l’affronto del tempo sul suo corpo,che non abbia visto tristi cose,che non si sia disperata per la stupiditá umana. Mi ha lasciata in un momento di massimo splendore per noi due,felice per sé e per me. La ricordo con un sorriso soddisfatto in volto. Ciao mamma Annamaria.