E ce la siamo levata, questa orribile giornata. Con febbre, mal di gola, raffreddore, tosse, gli auguri me li ha fatti mio marito, ma di pronta guarigione. Il mio pensiero alle mamme del cielo, sempre, non solo oggi. Le sento vicine, presenti, amorevoli, confortanti, mi rendono il cuore leggero nei momenti tristi. L’infanta, alle 20, mi ha fatto gli auguri e:” non ti ho comprato niente, tanto non saprei cosa” . Ecco, in questa frase l’annientamento, se mai ne avessi ancora bisogno, del mio ruolo di genitrice. Pazienza, indietro non si torna , e procedere é faticosissimo, e poi, chi ne ha voglia? Dove devo scrivere per dimettermi da mamma?

Annunci