Stasera ero stanchissima,non vedevo l’ora di rilassarmi sul divano,poi ho letto un articolo sul giornale e…mi é montata la carogna. Il solito sacerdote saccente pontifica di morale, per tutti, grandi e piccini, giovani e adulti, come fosse l’unico depositario di veritá, come se non sapesse di vivere in uno Stato laico, come se rispettare gli altri fosse un optional. Cosí sono salita in auto, ho fatto 25 km e mi sono assaporata uno spettacolo teatrale bellissimo,delicato e crudele, che mi ha fatto pensare e mi ha confermato che il rispetto per gli altri , per i ” diversi” lo dobbiamo avere nel DNA. E che per difendere questo principio bisogna alzare il culo ed esporsi, partecipare, esserci, per non farsi omologare o annientare da bigotti soloni. Una serata bellissima, con un pubblico attento, gente sconosciuta con cui mi sono sentita in sintonia. Molto positivo.

Annunci