Sei arrivato da noi dopo una travagliata e sofferente esistenza, nessuno ti voleva,noi sí. Un pelo vellutato,morbidissimo,tu coccolone e affettuoso,meglio di un famigliare. Bravissimo,pretendevi e donavi un amore smisurato,ci seguivi anche nella doccia,dormivi sotto le coperte nel nostro letto. Se alla sera uscivamo,ci aspettavi sul primo gradino della scala, quasi a rimproverarci di essere rientrati tardi e tu che avevi sonno! Eri la nostra ombra,casalingo,bravissimo, precedevi le nostre mosse,ci conoscevi meglio di noi stessi. Avevi la Fiv, ma ,curato adeguatamente, non hai avuto grossi problemi. Mangiavi di gusto,umido e secco, ti allungavi al sole per scaldarti,avevi i tuoi posti preferiti. Da un anno eri dimagrito molto,neppure le leccate di Minnie ti davano sollievo,il respiro affannoso e il raffreddore costante. Quando siamo andati in ferie, sei stato male, ma al nostro ritorno ti eri ripreso. Sapevamo da tempo che era l’ora di lasciarti andare,ma l’attaccamento reciproco ha prolungato il lungo addio. Le ultime 24 ore sono state dure,dignitose ma dure. Sei morto davanti alla stufa,il tuo posto preferito in inverno: ora non ci sará piú il guardiano del fuoco,come ti chiamavano. Ci hai scaldato il cuore,ci hai insegnato ad amare gli animali come fossero umani, ci hai riempito la vita lâ dove si creava un vuoto. Siamo tristissimi, sereni solo perché non soffrirai piú,ma é dura non averti piú in braccio…. 

   

Annunci