Cara G., non so se sei mai stata a Ravello, mi auguro di sì. Come faccio a spiegarti, se no, cosa ti attrae di questo luogo? É il paese della musica,arrocato al monte sopra Amalfi, con vista incredibile ed incantatrice. É un luogo silenzioso anche se affollato,ben conservato,con una piazzetta piena di localini gradevoli. Capisco ora benissimo cosa lo faceva correre lí,non appena potesse. Me lo vedo aggirarsi con la sua aria furbetta e cordiale tra i tavoli dei bar,parlare con i suoi innumerevoli amici, respirare davanti al mare,piú sotto, ma di cui si sente il profumo fin lï. Capisco la scelta estrema, voler per sempre essere legato a quel luogo incantevole, riposare in quel mare cristallino e profumato di salsedine. L’ho omaggiato come sempre avevamo detto di fare e ,anche se tu non c’eri fisicamente, vi ho unito nel mio pensiero,mentre un’onda lambiva il molo, come a voler dire che é stato giusto cosí.

  

Annunci