Una persona che conosco mi ha detto:” immagazzino ricordi belli per quando servirá”. Mai frase é stata piú illuminante e partecipata. Perché nelle difficoltá,nelle tempeste,nel buio che ti inghiotte,ti devi attaccare a qualcosa. Lo dicono pure i prigionieri,i sequestrati,chi si trova in grande disagio: pensare a cose belle della tua vita ti tiene a galla. Una piccola isola dove stipare le meraviglie che hai visto,le belle esperienze, le persone care,affollarla per bene per poi potervi attingere. Cosí mi faccio ritornare in mente le estati con nonna e zii,con i suoi riti immutabili; il batticuore nel vedere quella partita del Novara dove giocava il mio grande amore; la prima visita a Parigi,con abitazione nel quartiere piú malfamato; la prima volta che ho visto i miei figli; il mare in inverno; Biarritz; le foto salvate dall’alluvione…per ogni momento nero,tiro fuori un ricordo felice. Cosí ho imparato a sopravvivere e ad andare avanti.

Annunci