Suo padre ha avuto un problema di salute,ora é in terapia riabilitativa. Lui é uno dei migliori pianisti del mondo,apprezzatissimo in Giappone,dove ne capiscono molto,uomo di punta e di immagine di una notissima fabbrica di pianoforti.  E lo vedi nel corridoio,che spinge la carrozzella del genitore,attento affettuoso,paziente,come se il suo tempo non contasse nulla,conta solo suo papá. So che é in continuo viaggio,Roma,Austria, Oriente, Milano,sempre su un aereo o un treno,impegnatissimo,studioso ed esecutore raffinato,so che si esercita per ore,che compone,cambia,cerca: non adesso. Ha appena finito un film musicale,mollato tutto e corso in Piemonte,dai suoi,per stare accanto,confortare,mettersi al servizio. Non so nemmeno se in quel reparto lo hanno riconosciuto,visto che non ama mettersi in mostra,ma lasciar  parlare la sua musica. Mi ha fatto tanto bene vederlo cosí: un affettuoso figlio. Perché non conta niente essere famosi,dei Vip, se non si ha l’umiltá nel cuore e l’amore filiale nella mente.  Da oggi ti considero ancora piú grande e sono onorata di esserti amica.

Annunci