Sta con me da 14 anni. É arrivato appena salvato da una brutta fine: gli avevano spezzato le zampine con un badile perché girovagava in un orto. Operato,dopo la convalescenza ci é stato affidato e ci siamo innamorati. Un bel gattone maschio,nero,con un pelo di seta,elegante,affettuoso,geloso,possessivo peggio di un amante. Sempre con noi,in bagno,a tavola, a letto,il,terzo elemento del mio matrimonio. Per lui non siamo andati al mare,troppo stress il viaggio,anche se libero nell’abitacolo,ma l’appartamento non era di suo gradimento: é rimasto 3 giorni sotto le coperte del lettone,senza mangiare,e cosí siamo tornati dalle vacanze per paura che morisse! Sempre appiccicato o aggrappato alle nostre spalle,sempre addosso,per sentire il nostro calore,come fosse un colletto di pelliccia,anche in estate.  Ora,vecchio,malato,é ridotto a pelle e ossa,fatica a camminare,a respirare,emana un mefitico odore…eppure,da qualche notte,é tornato a dormire nel lettone. Lo sento che sale le scale,faticosamente,verso mattino,miagola in maniera sgraziata,si aggrappa al piumone e si tira su,con la poca forza che gli rimane. Si accoccola sul mio fianco,lo accarezzo e gli sussurro parole carine e anche d’amore sconfinato,lui fa le fusa,mi sternutisce in faccia,mi lecca un po’e poi dorme con me fino a quando mi alzo. Certi amori non finiscono mai.

Annunci