Quasi fuori da una dolorosa malattia,faccio un piccolo bilancio. Quando si é malati,bisogna aver la fortuna di essere lucidi. Se io non lo fossi stata,mio marito mi avrebbe ricoverata,sottoposto a Tac,risonanza,endiscopia,ecografia e forse mi avrebbe anche portata in sala operatoria. Questo perché lui si perde se io sto male, vuole indagare,sezionare,rivoltare il corpo come una federa,ma io,che non ho fiducia nella medicina,per fortuna mi oppongo. E devo farlo da sola,perché mia figlia sbarra quei suoi occhioni e aspetta dal padre una soluzione di guarigione. Penso invece che il corpo,se non é una cosa gravissima,guarisce da solo,o con poco aiuto,ci mette solo più tempo e io tempo ne ho. Seconda cosa,ribadisco,bisogna avere un avvocato al fianco,che difenda le tue volontá,che tu sia cosciente o no. Nonostante il mio male,ho condotto una vita quasi normale,solo più sofferente,ho fatto le solite cose,ho assolto ai miei diveri,stringendo i denti. Eppure,quanto mi sarebbe piaciuto restare a letto per un giorno,farmi servire e coccolare…ma a casa mia peró,non in ospedale! Chiosa finale di maritino:” brava,sei a posto. Posso darti un’occhiata,per controllare?”  Eh no ,vade retro! Non sia mai che non mi trovi in forma perfetta e ricominci la giostra!

Annunci