Andando a prendere l’albero di Natale,inciampo in uno scatolone: é il tuo primo treno. Te l’avevano regalato il tuo padrino e la tua madrina per il tuo secondo Natale. Già,il primo avevi solo 14 giorni….mi ricordo che,la sera del 24 ,io e papá,con i nonni,abbiamo faticato non poco a montare tutto il binario circolare,in sala. Ci avevano aiutati Pina e Tonio,seguendo le istruzioni e facendo piano piano per non svegliarti.  Messa a dimora la locomotiva,tragedia! Mancavano le pile! Nessuno ne aveva in paese,non volevamo che avessi una delusione,vedendo il treno e non potendo farlo funzionare. Papá,nonostante una nebbia assurda,con tanto di strada gelata,ha la pensata risolutiva: la notte della vigilia,l’unico posto dove si possono trovare le pile é la tabaccheria della stazione,a quei tempi sempre aperta,fino a mezzanotte. Il nonno lo ha accompagnato fino a Vercelli,così magari sié  comprato pure le sigarette…per mezzanotte tutto era risolto. E il mattino dopo,la sorpresa ce l’hai fatta tu.

Annunci