C’era la questione del vecchio Ciao,che era di mia mamma,regalatole da nonno Albino, poi usato da tutti noi,ormai in disuso. Su quel motorino si é rotto la mandibola e i denti in 4 liceo,con conseguente operazione,casco della moto a Crea,perché poteva andare peggio,viaggio in America,ecc… A tot anni suonati, si mette a fare il ganzo in motorino,a manifestazioni da simpatici svitati, e va bene,mi fa piacere,ci mancherebbe! Se fossi piú giovane,lo farei pure io. Richiede il vecchio mezzo,io sono l’unica d’accordo a darglielo,perché ë giusto,tanto non lo usiamo piú,mi fa piacere che lo prenda lui,ma in casa si scatena una guerra. La questione resta sospesa. Improvvisamente, la bella sorella,con un atto di grande generositá vuol risolvere il caso. Ieri le cose si sono sistemate. Resta l’amaro di sapere che,approfittando della nostra assenza,si é palesato in questa casa,come fosse un ladro. Possibile che il rancore,a distanza di anni,sia ancora cosí forte da farlo agire furtivamente,basta non vederci? Evidentemente certi odii sono eterni,e cosí sia.

P. S. Se sapesse che sono felice di tutto ció,romperebbe con una mazza il motorino? Certo che sí.

Annunci