” perché scrivi tutti questi coccodrilli?”

” perché ,intorno a me, la gente muore”

Ercolina di nome e di fatto.

Una donna piccolina,con una vitalitá straordinaria. La vita le ha presentato non poche difficoltá, ma lei, invece di abbattersi, con grande energia, si é data da fare:  ha allevato da sola due figli che avevano ancora bisogno di sostegno, ha portato avanti una attivitá impegnativa. Come il suo omonimo Ercole, ha vissuto le 7 fatiche, stringendo i denti,e ha fatto un’impresa straordinaria: se oggi,appena parli di Castel San Pietro, ti rispondono ” il ristorante dell’Ercolina”, un motivo ci sará! Ma io me li immagino giá, lassú in Paradiso, una schiera di Angeli e Santi, che beatamente si divertono a fare la fila,seguendo un buon profumino e poi faranno la pennichella, con la pancia piena. Sono accorsi a frotte, non appena sul menú della Mensa Celeste, hanno aggiunto:  fritto misto e bûnet.. Cara Ercolina, purtroppo mi sa che dovrai ancora lavorare,lo farai con il sorriso e comunque ti piacerá, non sei mai stata inattiva o pigra. Prepara una grande tavolata,in ogni caso verremo un giorno a trovarti e a ristorarci con le tue inimitabili e imbattibili delizie. Arrivederci nell’Aldilá.

Annunci