La tua figura alta,magra,dinoccolata,con la onnipresente sigaretta in bocca,é ben stampata nella mente. Il tuo fare schivo,ritroso,una naturale soggezione e un pudore a farti avanti,a partecipare se non invitato,ti distinguevano in un mondo sempre piú preda dell’arroganza. Gran lavoratore,duttile in officina come nei campi,lí non ti tiravi mai indietro,anzi,davi tutto senza risparmiarti. I tuoi nipoti: la cosa piú bella, giusta,felice e generosa che la vita ti avesse assegnato,un regalo ed un premio cosí grande che faticavi ad accettare,come non te lo meritassi. Peró eri anche un bel testone: quante volte ti hanno avvisato che dovevi smettere di fumare? Facevi spallucce e dicevi che quelle erano salute. Anche tu vai ad abitare in via Vittorio Emanuele 74: sei in buona compagnia,riprenderai i discorsi interrotti con Mario e tanti altri e veglierai su questo povero paese…..buon riposo.

Annunci