Ti avevo appena salutato, con la speranza di tornare domani,Anna mi ha accompagnata lungo il corridoio. Hai aspettato di essere solo con la tua adorata moglie per andartene,volevi solo lei. Non c’é bisogno di raccontare a chi ti ha conosciuto com’eri,non ci si stupisce del pellegrinaggio di gente che é venuta a salutarti in ospedale,non fa meraviglia vedere internet intasato di messaggi di cordoglio: una persona come te é rara da trovare,come si dice” hanno perso lo stampino”.
Potrei scrivere migliaia di parole su di te,ma non stasera. I ricordi belli,dei momenti insieme,li tengo stretti e privati nel mio cuore. Un uomo con grandi valori, innamorato della vita e della sua bella famiglia,che é stato il suo capolavoro: una unitá e una sintonia che si é estesa anche alle nuore e ai nipotini,un affetto smisurato e contagioso.
E cosí ci ricordi che su questa terra siamo tutti di passaggio,in cammino verso l’eternitá. Se uno di noi muore prima,chi gli vuol bene se lo carica sulle spalle,per come era da vivo,e pesa poco,come una carezza,e continuiamo il viaggio.
Cosí sará per Giulio.

IMG_2798

Annunci