Entra e piange,disperata per un quasi amore che se ne é andato,senza dargliene notizia. Che tenerezza,18 anni,quasi 19. Lei lo ama, intensamente,lui no. Le ha fatto capire che ha molte storie,belloccio com’é,ranza in tutti i campi. Ora é a Milano,chissá con chi,chissá a fare cosa…e lei piange. Io e sua nonna, dall’alto dei nostri anni,tentiamo di farla ragionare,di ridere invece che piangere,ma si puó aggiustare un cuore spezzato?
– non voglio altri ragazzi,mai piú!
Tra una o due settimane avrá un altro amore,é cosí,é la vita.
Provo tanta tenerezza per questo piccolo splendido scricciolo,piegato dall’amore,grondante lacrime copiose: tutti,a quell’etá abbiamo avuto le nostre delusioni. Poi passerá, la gioventú é fatta per amare, non si resta mai fermi con la mente e con il cuore, non si vive di ricordi.
Tra vent’anni,se se ne ricorderá,riderá del suo stesso magone,saprá quanto é stato inutile rattristarsi.
Ma adesso piangi,povera gioia,piangi che ti fa bene.

Annunci