Lo zio di mio marito si chiama Bruno,ma,non so perché,in famiglia lo hanno sempre chiamato Gilfredo o Fredo. Oggi ha compiuto 80 anni,non li dimostra per niente. Sua moglie ha organizzato una piccola festicciola,ma dalla parte di lui eravamo solo 4 parenti. Una famiglia rancorosa,quella di mio marito: fratelli contro,nipoti contro,coniugi contro, un disastro. A me lo zio fa un po’ compassione: ha perso 3 figli,morti giovanissimi in pessime circostanze,un matrimonio andato in vacca,una seconda moglie molto piú giovane ma dominatrice. E lui,ormai anziano, non ha piú voglia di contrastare, di discutere,lascia fare per il quieto vivere. Tutto sommato,sta ancora abbastanza bene,ma é senza affetti famigliari,con chi rinvanga i suoi ricordi? Oggi ha parlato fitto fitto con me e mio marito della sua gioventü,di suo padre,dei suoi traguardi sportivi: una miniera di esperienze e di vissuto che andranno persi….l’unico nipote diretto,figlio di una figlia,non c’era,non ho osato chiedere notizie,visto che nessuno ne ha fatto cenno. É un peccato invecchiare cosí,provo ribellione e sofferenza per la situazione. Spero solo che oggi lui sia stato sereno….

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/cf7/29995286/files/2015/01/img_2716.jpg

/home/wpcom/public_html/wp-content/blogs.dir/cf7/29995286/files/2015/01/img_2716-0.jpg

Annunci