Sei stato nostro acerrimo nemico. Tra gli scaffali del supermercato ti ho visto,con gli occhiali,che leggevi etichette. Sono passata oltre. Alla cassa,ti metti dietro me,forse casualmente. L’educazione,mia,prevale:
-ciao,tocca a te far spese?
-oh,ciao. Sí,mi ha mandato mia moglie,ecc.ecc
Finisco il mio turno,lui si avvicina:
-Allora salutami tuo marito e vi faccio tanti cari augui di Natale!
-Altrettanto a te e famiglia.

Non avrei mai pensato,nella mia restante vita,di avere una conversazione del genere con te…….eppure,ora,non ferisci piú me e neppure la mia famiglia. In un secondo ho realizzato che il tuo male si é trasformato nel mio bene,che indietro sei rimasto solo tu.

Al mio stalker: divertiti,é il tuo turno.

Annunci