Iniziano le vacanze,con mio marito.Potrebbe essere un viaggio di nozze senile,chissá…abbiamo una meta in testa,ma come e quando arrivarci,non tanto. Lui non ha voluto vedere nemmeno la cartina,non gli interessa,va bene se il navigatore lo faccio io. Non si é preoccupato di nulla: soldi,controllo all’auto,abbigliamento,vettovaglie,fermate,nulla .Ha solo voluto i mocassini per guidare,sente meglio i pedali e non vuole le scarpe sportive. Che serenitá…Io mi sono ammazzata per tutto il resto,poi dirá: ma non hai portato questo,non ce lo abbiamo quest’altro….. Comunque la partenza é per domani,non si sa a che ora,dipende quando lui si sveglierá,non ci corre dietro nessuno. Sono contenta,anche se lasciare a casa mia figlia che cura gli animali,mi fa stare in pensiero. Lei li ama,ma non come me! Non é attenta alle loro abitudini,li striglia un po’,laddove io li vizio da morire. Vorrei lasciare a casa i reumatismi,l’anca sciancata,gli occhiali,la stanchezza e tutte le negativitá,vedró di riuscirci. Poi vi racconteró,al mio ritorno. Arrivederci.

Annunci