Giornata uggiosa e fancazzista. Sono dipendente dal tempo,la pioggia mi fiacca. Avrei voluto tagliare il prato,fare una torta,trovare le amiche, sistemare la cucina e..niente. Mi sono limitata al minimo indispensabile e poi seduta in poltrona con giornali e tablet. Stasera ceneró molto tardi,ho giá pronti gnocchi alle ortiche,poco sforzo. Questa primavera mi sta innervosendo,vorrei stare all’aperto,godermi un buon clima,circondarmi di fiori,invece sono rintanata in casa con felpa e calzettoni. Pazienza ci vuole: rimandare progetti e conservare energie per poi,quando si potrá agire,ma la trovo dura. Gli anni passano e mi sembra di non dover sprecare tempo,ogni battuta d’arresto é una rabbia contro il fato.

Annunci