A ondate,a raffiche,mi invadono i sentimenti e le idee. Non potrebbero assalirmi uno per volta,dandomi il tempo per organizzarmi? Ma no,tutto insieme. Il mio cervello decide di essere creativo ogni tot,e allora fermento,confusione,accavallarsi di progetti. Questo sistema cerebrale mi stanca,mi sfinisce,non ho piú l’etá. Devo poi selezionare l’utile dallo svantaggioso,decidere una linea di prioritá,ma oggi mi ci vuole piú tempo. La mia fortuna si chiama arterisclerosi: dopo poco,da sola,la massa cerebrale si mette in stand bay,si resetta e mi ricordo solo l’ultima cosa a cui stavo pensando. Ora,in piena libertá,decido che non prenderó mai attivatori cerebrali,perché mi va bene cosí,la natura ha giá trovato il modo di rendermi serena,senza ricorrere alla chimica. Mi troveranno un po’ bizzarra,svampita,fuori come un balcone,ma io saró incoscientemente felice,leggera,con pochi pensieri e questo mi salverá dal mondo.

Annunci