…arrivano i muratori. Eravamo d’accordo che sarebbero venuti venerdí,2 giorni di lavoro e basta. Sí,perché ho avuto la luminosa idea di cambiare caminetto. Vent’anni fa i miei genitori ne avevano installato uno bellissimo,a legna,di quelli con il vetro chiuso. Loro lo hanno usato pochissimo,purtroppo,io un po’di piú. É in salotto,luogo sacrosanto dedicato a mio marito : riposino,tv,calcio a pagamento,ecc….. Ma lui é pigro e molto stanco: quando si ingloba nel divano,dorme subito,la tv va per suo conto,lui si arrotola nel trapuntino e quando si sveglia,a mezzanotte,é tutto gelato.Cosí il camino non lo accendiamo mai,tanto lo lascierebbe spegnere dopo 10 minuti. Con un colpo di mano ne ho comprato uno a pellets,lui furioso , dicendo che spendo malamente i soldi,lo lascio parlare sapendo che poi sará contento del nuovo camino,anche se non me lo dirá mai. Sarebbe filato tutto liscio,se i muratori fossero venuti venerdí: niente calcio in tv o programmi che potrebbero interessargli,lo avrei portato a mangiare una pizza,nessun disagio. Invece no.Giá,perché oggi,dopo aver levato il camino a legna e dopo avermi detto che stasera potevo giá accendere quello nuovo,alle ore 16, dicono che mancano alcune cose,ormai é tardi,tornano venerdí. Risultato: salotto inagibile fino a sabato,3 sere con marito in cucina che vuol gestire il telecomando e non vuole la luce accesa,un muso chilometrico per farmi sentire in colpa. Pazienza,é il risultato che conta,poi tutto tornerá alla normalitá,solo un po’piú caldo.

Annunci