Al mattino i pensieri sono piú chiari e anche imprevedibili. Una leggera brezza mi infreddolisce il viso. Da qualche parte ho letto che l’aria che respiriamo é stata giá respirata da milioni di persone nei secoli scorsi: gli atomi sono gli stessi,ricombinati magari,ma gli stessi da milioni di anni. Quí i venti spirano di solito da sud ovest o da nord…. Immagino che questa brezza che mi dilata i polmoni sia passata attraverso Pessoa( Portogallo), piuttosto che da Legére,Van Gogh,Grace Kelly( Sud Francia) , o magari Robespierre,De Gaule,i Marines dello sbarco in Normandia(Nord Francia). Oppure é aria che arriva da un altro continente..Roosvelt,Frank Sinatra,Jaqueline Kennedy…. Fantasie sfrenate,la mente sforna personaggi a raffica. Poi mi guardo: stivali di gomma ai piedi,un cappotto scucito sulla schiena sporco di zampate di cane,un berretto a spicchi multicolori e un bastone anticinghiali! Decisamente quest’aria sará passata negli alveoli dei Miserabili di Hugo o dei Vinti di Verga. Va bene,una lunga giornata si apre davanti a me,daró il meglio di me stessa.

Annunci