24 minuti di telefonata skipe con il don che é in Kossovo. Mi ha fatto piacere parlargli,anche se non abbiamo un grande rapporto,perché é un sacerdote intelligente,aperto al mondo,convinto del suo ruolo,vero. Entusiasta di questa nuova sfida,operoso,capace di capire i bisogni di un popolo martoriato,portando il conforto prima di tutto materiale,in seconda battuta spirituale,tra mille difficoltá. É cosciente del suo ruolo,non si tira indietro,si fa in mille per aiutare. La Chiesa che mi piace é cosí,senza paludamenti,caritatevole,misericordiosa,senza barriere. Se tutti i sacerdoti fossero cosí……

Annunci