Aspetto che arrivi da Roma:,in auto,posteggio fronte stazione. Un via vai sostenuto di gente,molti studenti,sono terminati i corsi pomeridiani. É straordinario osservare la gente,immagini i loro vissuti,dái giudizi,mi mettono allegria. Ho notato diverse cose.1) Le ragazze sono molto curate,buona percentuale di visi carini,molte in forma o comunque taglia 44 al massimo,vestite coloratissime,paperine e stivaletti a iosa,piú maleducate perché fumano e buttano le cicche per terra.2) ragazzi tremendi. Quasi tutti grassi,anche se alti. Cappellino da basket al contrario che nemmeno piú i tamarri…vestiti con jeans e felpe orribili. Solo per le scarpe sportive dimostrano un certo gusto,un’attenzione particolare. In generale sorridenti,caciaroni,molto camerateschi,allegri,non se la tirano per niente. 3) gli anziani. A coppie,si sostengono,spaesati e un po’ preoccupati di dover fendere la moltitudine studentesca. Abiti fuori stagione: ci sono 23 gradi e hanno maglioni da Alaska.4) impiegati. Standard,grisaglia,tailleur,borsa portacomputer,li sgami subito. Poi arriva il treno da Milano……fighetti etnici,tacco 10 come minimo,false Vuitton damier,un universo parallelo che si riversa in provincia e poi sciama in piazza e si confonde con i locali. Varia umanitá.

Annunci