L’ho mangiato a Milano,sui Navigli. Sapore accattivante,amore fulmineo. Ogni tanto,ne compro al supermercato,lo propongo a cena,ma quel sapore resta un miraggio. Tutto ció porta al fatto che per definire un uomo belloccio,gli si dá del ” gnocco”. Non ce ne sono molti in circolazione,a mio parere. Ma io ho gusti difficili,e poi una certa etâ….Quasi sempre sono piú giovani di me, seppure mi proponessi,sai che risate si farebbero! E poi,propormi? Ma son diventata matta? Con un partner piú giovane,c’é da lavorare,impegnarsi,apparire. Non ne avrei piú voglia. Sono appagata dall’attuale situazione,una tranquilla routine,una minima vigilanza perché non mi si rubi il marito,molta complicitá e amicizia vera. Perché é vero che invecchiando,l’affetto profondo sostituisce la passione. Ci si sente legati dal tempo trascorso insieme,dalle battaglie combattute,dalle soddisfazioni e dalle amarezze,dall’intesa che si é creata. Cosí,ai gnocchi,preferisco la minestra in brodo: é piú calda e nutre stomaco e mente.

Annunci