Ieri girone dell’inferno agli ospedali,oggi sognavo la tranquillitá: errore n.1. Sto per uscire: telefonata convulsa di. F.che urla con me e con la badante. Siamo al solito punto di rottura tra le due,cerco di calmarla,prometto che piú tardi mi faró viva di persona. Subito dopo,telefonata del maritino che ,come sempre nelle emergenze,non sa che fare: mia suocera é caduta,7 punti di sutura in testa. Allora chiamo la sua fidata amica,mi faccio raccontare l’accaduto e poi….sconvolgo la giornata. Vado dalla suocera,verifico le sue condizioni,per altro abbastanza buone,corro a fare la spesa e torno a casa. Trascuro cosí una serie di appuntamenti che avevo,verranno rimandati. Nel pomeriggio,volevo stirare: errore n.2. Marito nervoso non trova soluzioni per sua madre,cognata latitante( ettipareva!),figlia nervosa per esame che ha le paturnie. Ok,meglio cucinare! Ritorna il marito con progetti strampalati sulla genitrice: lo faccio ragionare con calma,trovo il bandolo della matassa e mi impegno ad andare domani a sistemare la questione con lui. Corro da F.,piú calma,poi incontro la badante,che piange e si sente umiliata,ecc. Con le ultime risorse che ho,la tranquillizzo,mi impegno ad aiutarla,prometto un decisivo intervento con F. Infatti,il decisivo intervento mi porta a subire una serie di lamentele e rinfacciamenti,con accuse anche a me,che tanto ho le spalle larghe…..risolvo,per ora. Ore20: a cena cedo. Piango sulla pasta,tra lo sbigottimento dei miei commensai. Ma che vita ho?

Annunci