Questa la colonna sonora delle mie vacanze. Nonna partenopea,gavida di responsabilitá per il piccolo nipotino,Samuele appunto,che lo contattava ogni 2 minuti per sapere dove era,come stava,ecc. Che fatica,per lei e per me. Liguria sempre piú anacronistica,nell’aspetto e nella vita. Moltissimi ritorni di gente con seconda casa,complice la crisi,solite madamin di Torino con il c..o secco e le sciure milanesi con spocchia anni ottanta. Prezzi folli: ombrellone e due lettini,mezza giornata(4ore) a euro 22. Due caffé freddi al bar della spiaggia,7 euro. Tutto senza ricevuta. Al mercato,1 kg di patate a 1,50 euro. Allora prendi le misure,consumi il minimo,torni anche tu agli anni60, porti il panino con la mortadella in spiaggia e l’acqua da bere del rubinetto. Zero parcheggi liberi ,solo a pagamento: 1 ora a 1,50 euro. Non parliamo del caro autostrada. Subisco ma non mi piego,come posso faccio resistenza. L’anno prossimo,ve la faró vedere,liguri esosi,come si fa autarchia in Piemonte!

Annunci