Ricoverano la moglie del mio ballerino: non sente piú la gamba. Io corro a fargli compagnia: é distrutto,disorientato,avvilito..ben presto nel cortile arrivano altre persone che hanno saputo. Siamo tutti lí per lui,per non lasciarlo solo. É la bella solidarietá da paese. Quando arriva la figlia,con buone notizie,ce ne andiamo. Uscendo,una nuvolaccia di fumo arriva da casa di N. : vive sola,ha quasi 90 anni….corro,mi accerto che l’origine del fumo non é casa sua. Chiamo rinforzi,a caccia dell’incendio. Dopo aver visitato vari cortili,troviamo F. che dorme sulla sdraio in cortile e le sterpi a cui aveva dato fuoco,ancora ardevano,con pericolo di propagazione. Scongiurato il peggio,torno a casa,lavo i piatti e poi vado in salotto per guardare tv con consorte. SBAGLIATO! Mio marito ha un delizioso colorito verdastro,il respiro affannoso,sente un macigno sul petto. Lo carico in auto,arrivo al Pronto Soccorso in modalitá Alonso. Fanno ecg,esami,mettono febo,e lui peggiora. Non riesce nemmeno a stare seduto,si corica su una barella,non va,lo mettono a letto. Vengo rispedita a casa,lí non mi fanno stare. E sono le 2 del mattino.
Certo che come serata non c’é male,considerato che giá al pomeriggio ne avevo fatte di ogni…
Per la cronaca: mio marito é stato male fino alle 4 ,poi gli hanno fatto la morfina e il dolore é sparito. Ancora oggi non sappiamo cosa abbia avuto,escludendo il cuore,che per fortuna é sano. Sono andata a riprendermelo al mattino e..: ” Signora,non gli faccia piú le polpette che non le digerisce” . Grazie per il mio sbattermi.

ttino

Annunci