A Milano,Palazzo Reale. Bella mostra,moltissime opere ,ma….come puoi apprezzare i dipinti con orde di studentelli annoiati,al seguito di insegnanti che fanno le fighe,che occupano tutta la sala impedentoti di avvicinarti ai quadri? Non parliamo poi dei bambini delle elementari! A parte il totale stordimento di fronte a capolavori di non facile comprensione,seduti a terra(occupavano mezza sala),sguardi interrogativi e voglia di ovetti kinder. É bello e giusto che l’arte sia fruibile a tutti,che si deva educare al bello,aprire le menti delle giovani generazioni,bla,bla,bla.. Allora,riservate un giorno alla settimana alle scolaresche,con sconti e laboratori didattici,gli altri giorni gli adulti potranno,in tranquillitá,godersi la mostra. É giá la seconda volta che capito in questa confusione,a Milano,a Palazzo Reale,non mi capiterá una terza volta. In nessuna parte d’Italia,da Brescia a Pavia,da Firenze a Roma c’é un tale casino. Eppure di mostre bellissime ne ho viste tante.Mostra OK,location e organizzazione KO.

Annunci