Giú di morale per il lavoro che non c’é. Né lei,né il moroso hanno prospettive. Lei torna a studiare,altra laurea breve,sperando non sia un parcheggio per altri tre anni. D.invece é messo peggio: lavora in nero,non lo pagano,e affitto e bollette chiedono il saldo. Io sono caricata di tutti i loro problemi,vivo male. Non sono in grado di aiutarli,economicamente mantengo lei,per lui,qualche volta faccio la spesa,quando so che non ha niente da mangiare. Ma quanto potremo andare avanti? Seppur si adattaino a qualsiasi lavoro,non c’é domanda,non trovano nulla. Mai avrei pensato di avere tutti questi affanni ad una etá in cui,di solito,si gode la pienezza della vita. Serenitá,sei in sciopero?

Annunci